Basilica - esterno (3)

BARI, BASILICA PONTIFICIA DI SAN NICOLA, PONTE TRA ORIENTE E OCCIDENTE

Basilica - esterno (3)

San Nicola di Myra è il santo più venerato dai cristiani ortodossi. La Basilica di San Nicola, nel cuore di Bari Vecchia e fulcro della Cittadella Nicolaiana, è uno dei principali attrattori del turismo religioso in Italia meridionale. Ogni anno è visitata da centinaia di migliaia pellegrini provenienti da tutto il mondo e in particolare dall’Europa dell’Est.
La Basilica fu fondata alla fine dell’anno Mille per accogliere le reliquie di San Nicola sottratte al Santuario di Myra. Le spoglie furono affidate al frate benedettino Elia. Il re normanno Ruggero Borsa gli concesse l’area in cui fu edificata la nuova costruzione nel 1087, poi consacrata da Papa Urbano II nel 1089. Prototipo del romanico pugliese diffuso tra la fine del secolo XI e i primi del XIII, la Basilica è stata più volte rimaneggiata. La facciata rivela le forme possenti dell’architettura normanna e, racchiusa tra la Torre del Catapano e la Torre delle Milizie, fa da sostegno al portale dei leoni. Le facciate laterali sono finemente decorate, con eleganti capitelli e motivi antropomorfi e zoomorfi.
300px-San_Nicolo_Lecco_interno
I visitatori apprezzano la sua collezione di pregevoli opere al suo interno quali la Cattedra di Elia nella zona presbiterale, gli splendidi capitelli medievali, il ciborio più antico della regione, il magnifico altare d’argento sovrastato dal busto del santo e gli intagli in oro risalenti al Seicento che raffigurano alcuni episodi della vita di San Nicola, opera del pittore di Bitonto Carlo Rosa.
Attraverso una scalinata si accede alla cripta, che custodisce la tomba di San Nicola e la Cappella russa ortodossa.
basilica-di-san-nicola

Il flusso ininterrotto di devoti ha fatto crescere negli anni il tesoro della Basilica che raccoglie i preziosi ex voto, custoditi nel Museo Nicolaiano insieme a pergamene, epigrafi e codici miniati.
basilica3